Comunicati stampa

IFI - Il CdA IFI approva i risultati del primo semestre 200613 settembre 2006

Il Consiglio di Amministrazione dell’IFI – Istituto Finanziario Industriale S.p.A., riunitosi oggi a Torino sotto la Presidenza di Gianluigi Gabetti, ha esaminato i risultati consolidati relativi al primo semestre del 2006.

Il primo semestre dell’anno si è chiuso con un utile consolidato del Gruppo IFI pari a € 129,7 milioni. Rispetto all’analogo periodo del 2005, che includeva significativi proventi non ricorrenti conseguiti dal Gruppo IFIL, il risultato evidenzia una diminuzione di € 257,9 milioni.

Il patrimonio netto consolidato del Gruppo al 30 giugno 2006 ammonta a € 3.142 milioni (€ 3.084 milioni a fine 2005). L’incremento di € 58 milioni è dovuto all’utile consolidato di Gruppo del periodo (+ € 129,7 milioni), alla quota delle differenze cambio negative da conversione (-€ 92,1 milioni) e delle altre variazioni nette (+ € 18,8 milioni) evidenziate dal Gruppo IFIL e da altre variazioni (+ € 1,6 milioni).

La posizione finanziaria netta di IFI S.p.A. al 30 giugno 2006 evidenzia un saldo negativo di € 91,2 milioni, con una variazione positiva di € 186,5 milioni rispetto al dato di fine 2005 (-€ 277,7 milioni). Tale variazione deriva dalla cessione dell’intera partecipazione in Exor Group (+ € 206,6 milioni), dall’incasso dei dividendi (+ € 54,3 milioni), dall’acquisto dell’1,39% del capitale ordinario di IFIL (- € 65,5 milioni) e da altre variazioni nette (- € 8,9 milioni).

A livello della capogruppo IFI S.p.A., l’utile netto del primo semestre del 2006 ammonta a € 152,4 milioni ed evidenzia un incremento di € 104 milioni rispetto a quello dell’analogo periodo del 2005 (€ 48,4 milioni) sostanzialmente dovuto alla plusvalenza sulla cessione della partecipazione nella società Exor Group alla stessa Exor.

 

Fatti di rilievo del primo semestre 2006

Incremento della partecipazione in IFIL

 Nel primo semestre 2006 IFI ha acquistato in borsa n. 14.447.876 azioni ordinarie IFIL (1,39% della categoria) con un investimento di € 65,5 milioni. Attualmente IFI detiene il 64,98% del capitale ordinario di IFIL e il 4,99% di quello di risparmio.

 

Cessione della partecipazione in Exor Group

 

 Il 7 aprile 2006 IFI S.p.A. ha ceduto l’intera partecipazione in Exor Group alla stessa. La cessione ha originato una plusvalenza di € 104 milioni a livello di IFI S.p.A. e di € 7,3 milioni a livello consolidato, dando luogo ad una significativa riduzione dell’indebitamento. Il 4 maggio 2006 Exor Group ha annullato le azioni proprie così acquisite con conseguente riduzione del capitale sociale.

 

Evoluzione prevedibile della gestione

 

 Per IFI S.p.A. si prevede un risultato dell’esercizio 2006 sensibilmente superiore a quello del 2005. Sulla base delle indicazioni formulate dal Gruppo IFIL per il 2006 è prevedibile un risultato consolidato del Gruppo IFI positivo, ancorché inferiore a quello del 2005, che includeva significativi proventi non ricorrenti.

torna ai comunicati Scarica documento