Comunicati stampa

IFIL - Comunicato stampa ai sensi dell’art. 114, comma 5 del D.Lgs. 58/199817 settembre 2005

In ottemperanza alla richiesta di CONSOB si forniscono le seguenti ulteriori informazioni in
merito all’operazione di acquisto di 82.250.000 azioni ordinarie Fiat comunicata in data 15
settembre:
• EXOR Group S.A. è una società lussemburghese controllata dalla Giovanni Agnelli e
C. S.a.p.az. che ne detiene direttamente il 70,45% ed indirettamente il 29,30% tramite
l’IFI S.p.A. Il capitale ordinario dell’IFI S.p.A. è interamente posseduto dalla Giovanni
Agnelli e C. S.a.p.az.. IFI S.p.A. detiene il 63,6% del capitale ordinario dell’IFIL
Investments S.p.A.
• Le motivazioni economiche di IFIL Investments S.p.A. al compimento dell’operazione
sono sintetizzabili nel mantenimento della partecipazione ad un livello superiore al
30% del capitale ordinario FIAT ad un prezzo vantaggioso rispetto alle quotazioni
correnti ed alle condizioni dell’aumento di capitale offerto in opzione agli azionisti
deliberato da FIAT in data 15 settembre 2005 (a seguito della conversione del prestito
convertendo). L’operazione coglie un’opportunità irripetibile dal punto di vista del
timing per mantenere tale livello di partecipazione e per beneficiare dei risultati attesi
di FIAT grazie alla concreta visibilità sulla realizzazione del rilancio.
Si tratta pertanto di un investimento con un profilo di rischio ed una aspettativa di
rendimento interessanti per IFIL.
Inoltre, IFIL Investments S.p.A., dando corso all’intenzione più volte manifestata di
mantenere il suo ruolo di azionista di riferimento, ha ritenuto importante evitare la
diluizione derivante dal convertendo in relazione: (i) ai miglioramenti della FIAT ed il
suo potenziale di valorizzazione; (ii) alla potenziale destabilizzazione del management
in assenza di un azionista di riferimento; (iii) alla conseguente possibile perdita di
valore della società e quindi dell’investimento di IFIL Investments S.p.A.
L’operazione è in sintonia con quel ruolo di presidio attivo della partecipazione FIAT
che venne affermato in occasione del riassetto del 2003. L’investimento presenta un
notevole potenziale di accrescimento di valore che si potrà riflettere nella crescita del
valore intrinseco (NAV) dell’IFIL Investments S.p.A.. In particolare, FIAT presenta (i)
benefici patrimoniali legati alle operazioni straordinarie concluse di recente (GM,
Italenergia, convertendo); (ii) miglioramenti operativi (raddoppio trading profit
industriale a fine giugno); (iii) eccellenza tecnologica; (iv) rafforzamento della
posizione competitiva dell’auto (positiva accoglienza dei nuovi modelli e
individuazione nuove partnership industriali) (v) parziale sottovalutazione delle
potenzialità di CNH e Iveco (potenziale recupero di redditività e di generazione cash
flow, forte posizionamento competitivo geografico e tecnologico).
Ferma restando la strategia di fondo, l’IFIL proseguirà nella ricerca di nuovi
investimenti grazie alla liquidità netta sulla quale la Società può contare anche dopo
l’operazione (circa € 350 milioni), a cui va aggiunta la considerazione della natura
dell’investimento in SANPAOLOIMI (circa € 1.200 milioni) e le disponibilità che
saranno presenti in Sequana dopo la cessione di Permal.
• Il prezzo di € 6,5 per ciascuna azione ordinaria FIAT previsto dal contratto di
compravendita di n. 82.250.000 azioni ordinarie FIAT da EXOR Group a IFIL
Investments S.p.A. è frutto della negoziazione tra EXOR Group e IFIL Investments
S.p.A., tenuto conto in particolare delle rilevanti dimensioni del pacchetto (che
presumibilmente lo avrebbero reso collocabile sul mercato in un arco temporale
prolungato e a condizioni incerte), delle medie ponderate dei prezzi ufficiali registrati
negli ultimi 3 e 6 mesi, rispettivamente € 6,9 e € 6,1 per azione, ed anche del
consensus sul titolo FIAT espresso dai principali analisti finanziari. Tale prezzo è
stato ritenuto congruo da parte del consiglio di amministrazione di IFIL Investments
S.p.A.
• L’ IFIL Investments S.p.A. in data 8 settembre 2005 ha conferito mandato al dr.
Gerardo Braggiotti della G. B. Partners al fine di assisterla nell’operazione. Il dr.
Braggiotti nell’ambito del suddetto incarico ha fornito una fairness opinion,
presentata al Consiglio di Amministrazione IFIL Investments S.p.A. del 15 settembre,
che ha confermato la congruità dei termini dell’operazione e del prezzo di € 6,5 per
ciascuna azione ordinaria FIAT.


torna ai comunicati Scarica documento