Comunicati stampa

Gli Azionisti di PartnerRe approvano l’accordo di fusione firmato da EXOR 19 novembre 2015

 

EXOR conferma che il perfezionamento dell’operazione è atteso per il primo trimestre del 2016

 

L’Assemblea Straordinaria degli azionisti di PartnerRe, svoltasi oggi a Pembroke (Bermuda), ha approvato l’adozione dell’accordo di fusione firmato da EXOR il 2 agosto scorso.
 
Come già annunciato, l’accordo prevede l’acquisizione di tutte le azioni ordinarie di PartnerRe in circolazione al prezzo di US$ 137,50 per azione in contanti, più un dividendo speciale di US$ 3,00 per azione, per un controvalore complessivo di US$ 140,50 per azione, pari a una valorizzazione di PartnerRe di circa US$ 6,9 miliardi.
 
EXOR comunica inoltre di aver già ottenuto tutte le autorizzazioni di legge da parte delle autorità antitrust e di aver iniziato a ricevere le autorizzazioni da parte delle autorità assicurative necessarie per il perfezionamento dell’operazione. EXOR confida di ottenere le rimanenti autorizzazioni delle autorità assicurative nei tempi previsti e conferma pertanto che il perfezionamento dell’operazione è atteso nel primo trimestre del 2016.

 
EXOR
EXOR (Bloomberg: EXO IM, Reuters: EXOR.MI) è una delle principali società d’investimento europee, controllata dalla Famiglia Agnelli. Con un NAV (Net Asset Value) di circa €12 miliardi, EXOR realizza investimenti in società globali, prevalentemente in Europa e negli Stati Uniti, contribuendo attivamente al loro sviluppo nel lungo termine.

 
DICHIARAZIONI PREVISIONALI
Talune dichiarazioni ed informazioni contenute nel presente comunicato stampa, ove non siano dichiarazioni od informazioni circa fatti storici, costituiscono dichiarazioni previsionali, anche qualora tali dichiarazioni non siano specificamente identificate come tali. Tali dichiarazioni possono includere termini quali “può̀”, “intende”, “prevede”, “progetta”, “confida”, “dovrebbe”, “si impegna”, ”stima”, “si aspetta”, “ritiene”, “rimane”, “progetto”, “fine”, “obiettivo”, “scopo”, “previsione”, “proiezione”, “prospettive”, “piano”, o espressioni simili.  Le dichiarazioni previsionali si riferiscono ad eventi futuri, non storici, e non costituiscono garanzia della performance futura. Tali dichiarazioni si basano sulle aspettative attuali e sui progetti circa eventi futuri e, per loro natura, si riferiscono a questioni che sono, in misura diversa, incerte e soggette a rischi intrinsechi ed incertezze. Tali dichiarazioni si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che potrebbero o non potrebbero verificarsi o esistere nel futuro, e, come tali, su di esse non dovrebbe essere riposto alcun affidamento. I risultati effettivi potrebbero differire in modo sostanziale da quelli espressi in tali affermazioni quale conseguenza di una varietà̀ di fattori, inclusi cambiamenti nelle generali condizioni economiche, finanziarie e di mercato e altri cambiamenti nelle condizioni di business, variazioni nei prezzi delle materie prime, mutamenti del livello della domanda, mutamenti della performance finanziaria delle principali industrie clienti delle società̀ partecipate da EXOR, mutamenti nel quadro normativo e istituzionale (in Italia o all’estero), e molti altri fattori, la maggior parte dei quali è fuori dal controllo di EXOR. EXOR espressamente declina e non assume alcuna responsabilità̀ per errori e/o imprecisioni in relazione a una qualunque di tali dichiarazioni previsionali e/o con riferimento a qualsivoglia utilizzo da parte di qualsiasi soggetto di tali dichiarazioni previsionali. Ogni informazione previsionale contenuta in questo comunicato stampa si riferisce alla data dello stesso.
 
EXOR non assume alcun obbligo di aggiornare, rivedere o correggere le proprie previsioni o dichiarazioni previsionali in conseguenza degli eventi sopravvenuti o per altre cause. Nomi, organizzazioni e denominazioni sociali quivi contenuti potrebbero essere i marchi dei rispettivi titolari. Il presente comunicato non costituisce consulenza all’investimento, offerta, sollecitazione, raccomandazione o invito all’acquisto o alla vendita di prodotti finanziari e/o alla prestazione di ogni tipo di servizi finanziari come disciplinati nelle varie giurisdizioni.

 

torna ai comunicati Scarica documento