Comunicati stampa

Il CdA di EXOR approva i risultati consolidati al 30 settembre 201111 novembre 2011

(...)

Il Consiglio di Amministrazione di EXOR, riunitosi oggi a Torino sotto la Presidenza di John Elkann, ha esaminato i risultati consolidati al 30 settembre 2011.

NAV - Al 30 settembre 2011 il Net Asset Value (NAV) di EXOR è pari a € 5.965 milioni ed evidenzia un decremento di € 2.399 milioni rispetto al dato del 31 dicembre 2010, pari a  € 8.364  milioni. Di seguito è evidenziata l’ evoluzione  del NAV rispetto all’indice MSCI World Index in Euro.

(...)

Il Gruppo EXOR ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2011 con un utile consolidato di € 484,7 milioni; l’analogo periodo dell’esercizio 2010 si era chiuso con un utile consolidato di € 56 milioni. La variazione positiva ammonta a € 428,7 milioni e deriva dal miglioramento dei risultati delle partecipate (+€ 433,6 milioni), dai maggiori dividendi da partecipazioni (+€ 17,3 milioni) e da altre variazioni nette       (+€ 15,6 milioni), parzialmente compensata dal decremento dei proventi (oneri) finanziari netti (-€ 37,8 milioni).

Nel terzo trimestre del 2011 l’utile consolidato è stato pari a € 7,5 milioni; l'analogo periodo dell'esercizio 2010 si era chiuso con un utile consolidato di € 30,9 milioni. La variazione negativa deriva principalmente dai minori risultati conseguiti dalle partecipate nel terzo trimestre 2011 (-€ 26,5 milioni) rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente.

Al 30 settembre 2011 il patrimonio netto consolidato attribuibile ai Soci della Controllante ammonta a € 6.084,1 milioni ed evidenzia un incremento netto di € 9,2 milioni rispetto al dato di fine 2010, pari a € 6.074,9 milioni.

Al 30 settembre 2011, la posizione finanziaria netta consolidata del Sistema Holdings ammonta a -€ 262,1 milioni ed evidenzia una variazione negativa di € 304,7 milioni rispetto al saldo di fine 2010 (+€ 42,6 milioni).

FATTI DI RILIEVO

Semplificazione del capitale sociale di Fiat S.p.A. e Fiat Industrial S.p.A.

Il 27 ottobre 2011 i Consigli di Amministrazione di Fiat S.p.A. e di Fiat Industrial S.p.A. hanno deliberato di proporre agli Azionisti la conversione delle azioni privilegiate e di risparmio delle rispettive società in azioni ordinarie.

EXOR S.p.A. ha confermato la volontà di mantenere la propria partecipazione nel capitale di Fiat e di Fiat Industrial al di sopra della soglia OPA, anche a seguito della conversione. La società opererà sui mercati regolamentati secondo le necessità e in linea con le modalità previste dalle normative vigenti, anche per quanto concerne gli obblighi di comunicazione.

Alpitour

Nel corso del 2011 EXOR S.p.A. ha avviato un processo per la valutazione di una possibile cessione del Gruppo Alpitour. Ad oggi sono in corso trattative con potenziali acquirenti. Allo stato attuale non è possibile prevedere l’esito finale del processo.

In data 14 luglio 2011 i beneficiari del piano di stock option con sottostanti azioni Alpitour hanno esercitato i propri diritti di opzione sul totale delle azioni a suo tempo assegnate.

Acquisti di azioni proprie

A valere sui Programmi di acquisto di azioni proprie deliberati dai Consigli di Amministrazione del 12 maggio 2011 e del 29 agosto 2011, che prevedono complessivamente un esborso massimo di € 100 milioni,   tra il 1°  luglio e il 21 ottobre 2011 sono state acquistate 2.417.000 azioni ordinarie (1,51% della categoria) al costo medio unitario di € 15,64 e totale di € 37,8 milioni, 1.232.500 azioni privilegiate (1,6% della categoria) al costo medio unitario di € 15,11 e totale di € 18,6 milioni, nonché 197.610 azioni di risparmio (2,16% della categoria) al costo medio unitario di € 13,8 e totale di € 2,7 milioni. Tenuto conto di tale investimento, pari a € 59,1 milioni, e di quelli effettuati nei mesi precedenti, l’esborso complessivo è stato di € 68,7 milioni. Attualmente EXOR S.p.A. detiene 6.729.000 azioni ordinarie (4,20% della categoria), 11.690.684 azioni privilegiate (15,22% della categoria) e 665.705 azioni di risparmio (7,26% della categoria).

Versamento in conto futuro aumento capitale di Juventus Football Club S.p.A.

L’Assemblea Straordinaria degli Azionisti di Juventus Football Club S.p.A. del 18 ottobre 2011 ha approvato l’aumento di capitale, per complessivi € 120 milioni, proposto nel Consiglio di Amministrazione del 23 giugno 2011, finalizzato a dotare la Società dei mezzi finanziari che consentiranno di coprire le perdite dell’esercizio 2010-2011 e di dare esecuzione alle strategie previste dal Piano di sviluppo per gli esercizi 2011/2012 - 2015/2016.

Il 23 settembre 2011 EXOR S.p.A. ha versato la quota di sua competenza (60% del capitale di Juventus) pari a € 72 milioni, in conto futuro aumento di capitale a garanzia della continuità aziendale della stessa Juventus. Inoltre, ha confermato l’impegno a sottoscrivere anche, eventualmente, una quota eccedente i diritti di opzione di propria spettanza, per un ammontare massimo di € 9 milioni, corrispondente alla quota detenuta dalla LAFICO (7,5% del capitale sociale). Tale quota è sottoposta a misure di congelamento ai sensi della Decisione 2011/137/PESC del Consiglio dell’Unione Europea del 28 febbraio 2011 e del Regolamento (UE) 204/2011 del Consiglio dell’Unione Europea del 2 marzo 2011. Inoltre, in pari data, Juventus ha provveduto all’estinzione della linea di credito di € 70 milioni concessa da EXOR il 23 giugno 2011, rimborsando anticipatamente il finanziamento erogato, per complessivi € 47,6 milioni, comprensivi degli interessi maturati.

ANDAMENTO SOCIETA'

Tenuto conto che tutte le società partecipate quotate hanno già pubblicato i rispettivi dati contabili relativi al terzo trimestre  2011, si indica di seguito un commento sintetico sull’andamento dei principali investimenti non quotati di EXOR: C&W Group, Inc. e Alpitour. Nel Resoconto Intermedio di gestione al 30 settembre 2011 di EXOR, che sarà disponibile sul sito www.exor.com, sono peraltro evidenziati i commenti sull’andamento di tutte le società controllate e collegate rilevanti.

C&W Group, Inc.

Nel terzo trimestre 2011, C&W Group ha sostanzialmente aumentato i suoi ricavi e redditività consuntivando il suo ottavo trimestre consecutivo di crescita dei ricavi a doppia cifra e più che triplicando l’utile netto attribuibile ai Soci della Controllante.  La performance è stata determinata dalla ricerca di occasioni di sviluppo nel lungo termine, con un'attenzione particolare ai mercati immobiliari delle principali città del mondo, che ad oggi hanno beneficiato di una ripresa più sostenuta .

Nel terzo trimestre del 2011, i ricavi lordi di C&W Group, comprendendo quindi i rimborsi di costi sostenuti per la gestione di immobili per conto terzi, ammontano a            $518,8 milioni ($426,0 milioni nel terzo trimestre del 2010) con un miglioramento di $92,8 milioni (21,8%). I ricavi netti del terzo trimestre 2011, escludendo i rimborsi di costi sostenuti per la gestione di immobili per conto terzi,  ammontano a $402,1 milioni     ($335,6 milioni nel terzo trimestre del 2010) con un miglioramento di $66,5 milioni (19,8%). Nel terzo trimestre 2011, l’EBITDA di C&W Group ammonta a $33,1 milioni ($24,9 milioni nel terzo trimestre 2010), con un miglioramento di $8,2 milioni (32,9%).

A livello operativo, nel terzo trimestre del 2011, C&W Group ha migliorato i suoi risultati di $8,7 milioni (61,3%) attestandosi a $22,9 milioni contro un risultato di $14,2 milioni nel terzo trimestre del 2010.

Nel terzo trimestre 2011, l’utile netto attribuibile ai Soci della Controllante, determinato sulla base degli IFRS, è aumentato di $5,9 milioni attestandosi a $8,2 milioni contro un utile di $2,3 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente. L’utile netto attribuibile ai Soci della Controllante del terzo trimestre 2011 è stato influenzato negativamente, rispetto all’utile dello stesso periodo dell’esercizio precedente, dall’aumento di alcune voci di natura fiscale per un totale di $1,8 milioni.

L’utile netto attribuibile ai Soci della Controllante determinato sulla base di principi contabili generalmente accettati negli Stati Uniti (“U.S. GAAP") è stato pari a $8,9 milioni per ognuno dei trimestri chiusi al 30 settembre 2011 e 2010. L’utile netto attribuibile ai Soci della Controllante nel terzo trimestre del 2011 è stato influenzato negativamente, rispetto al risultato attribuibile ai Soci della Controllante nello stesso periodo dell’esercizio precedente, dall’aumento di alcune voci di natura fiscale per un totale di $1,6 milioni.

Nei primi nove mesi del 2011, i ricavi lordi sono aumentati di $225,8 milioni (19,2%) attestandosi a $1.403,1 milioni ($1.177,3 milioni nei primi nove mesi del 2010). Al 30 settembre 2011, i ricavi netti sono aumentati di $189,1 milioni (20,6%) attestandosi a            $1.105,6 milioni ($916,5 milioni nei primi nove mesi del 2010).

Nei primi nove mesi del 2011, l’incremento dei ricavi netti è derivato principalmente dalla crescita delle attività di “Leasing” e “Capital Markets”, conseguentemente, i costi per commissioni, pari a $374,6 milioni, sono aumentati di $71,0 milioni (23,4%) rispetto al dato di $303,6 milioni dei primi nove mesi del 2010. Nei primi nove mesi del 2011 le spese operative sono aumentate di $77,8 milioni (13,5%) attestandosi a $654,3 milioni, contro $576,5 milioni dei primi nove mesi dell’esercizio precedente, l’incremento è significativamente inferiore alla percentuale di crescita dei ricavi (20,6%). L’incremento è principalmente attribuibile ad un aumento dei costi del personale legati al piano di crescita strategica del Gruppo ed all’incremento dei costi di incentivazione dovuti alle migliori performance del Gruppo anno su anno.

Nei primi nove mesi del 2011 l’EBITDA di C&W Group risulta positivo per $41,8 milioni in miglioramento di $19,0 milioni (83,3%) rispetto al dato dei primi nove mesi del 2010 pari a $22,8 milioni. Nello stesso periodo il risultato operativo di C&W Group è migliorato di $22,7 milioni con un  utile operativo di $11,9  milioni, rispetto alla perdita operativa di $10,8 milioni dei primi nove mesi del 2010.

Nonostante l’impatto negativo dovuto da maggiori oneri non ricorrenti al netto dell’effetto fiscale e dall’aumento di alcune voci di natura fiscale per un totale di $16,2 milioni, nei primi nove mesi del 2011, la perdita attribuibile ai Soci della Controllante è migliorata di $2,9 milioni (13,0%) attestandosi a $19,4 milioni, rispetto a quella dei primi nove mesi del 2010 pari a $22,3 milioni determinata sulla base degli IFRS. La perdita consolidata attribuibile ai Soci della Controllante, determinata sulla base degli US GAAP, è pari a $13,5 milioni per i primi nove mesi del 2011 con una riduzione di $0,4 milioni (2,9%) rispetto alla perdita di $13,9 milioni dell’analogo periodo del 2010. La perdita attribuibile ai Soci della Controllante, determinata sulla base degli U.S. GAAP, è stata influenzata negativamente da maggiori oneri non ricorrenti al netto dell’effetto fiscale e dall’aumento di alcune voci di natura fiscale per un totale di $15,2 milioni.

Il continuo buon andamento dell’attività operativa del Gruppo C&W combinato al costante andamento positivo nei primi nove mesi del 2011, hanno generato un significativo miglioramento del cash flow e ridotto il livello di indebitamento, come riflesso nella posizione finanziaria netta di C&W Group che è migliorata di            $71,8 milioni (47,1%) passando da un saldo, al 30 settembre 2010, di -$152,3 milioni ad un saldo di -$80,5 milioni al 30 settembre 2011. Nel secondo trimestre del 2011 C&W Group ha sostituito le sue preesistenti linee di credito “Senior Secured Revolving Credit Facility” di $350 milioni e “EXOR Subordinated Facility” di $50 milioni con una nuova “Senior Secured Revolving Credit Facility” di $350 milioni e un “Senior Secured Term Loan” della durata di cinque anni di $150 milioni. Oltre a garantire una maggiore flessibilità nel finanziamento, le nuove linee di credito riflettono condizioni economiche e contrattuali più favorevoli.

Gruppo Alpitour

L’andamento economico del periodo è influenzato da alcune tipologie di costo (i canoni di locazione delle strutture alberghiere, i canoni di locazione degli aeromobili e gli ammortamenti) che sono imputate a conto economico linearmente nel corso dell’esercizio, mentre i relativi ricavi si concentrano nella stagione estiva in quanto legati alla tipica stagionalità del business.

La situazione contabile consolidata al 31 luglio 2011 riflette gli effetti contabili derivanti dal perfezionamento del contratto tra Alpitour S.p.A. e la società Costa Crociere S.p.A., che ha determinato l’ingresso della società leader delle crociere in Italia nel capitale della società Welcome Travel Group S.p.A. con una quota del 50% e dall’accordo preliminare tra Alpitour S.p.A. e la società Alessandro Rosso Incentive S.p.A. che ha regolato la cessione dell’intera partecipazione detenuta direttamente da Alpitour S.p.A. nella società AW Events S.r.l. (83,9%).

I primi nove mesi del 2010/2011 hanno evidenziato a livello consolidato un fatturato netto di € 726,7 milioni, in lieve diminuzione rispetto ai primi nove mesi dell’esercizio precedente (€ 734 milioni).

Il risultato della gestione ordinaria evidenzia un saldo negativo di € 11,3 milioni, contro una perdita di € 16,2 milioni consuntivata nello stesso periodo dell’esercizio precedente.

La perdita consolidata attribuibile ai Soci della Controllante al 31 luglio 2011 è pari ad € 6,3 milioni, contro una corrispondente perdita di € 22,2 milioni del 31 luglio 2010.

La posizione finanziaria netta del Gruppo al 31 luglio 2011 evidenzia un saldo positivo pari ad € 42,9 milioni e presenta una variazione positiva di € 43,9 milioni rispetto al saldo positivo del 31 ottobre 2010 (€ 86,8 milioni).

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

EXOR S.p.A. prevede per l’esercizio 2011 un risultato positivo.

A livello consolidato per l’esercizio 2011 si prevede un miglioramento dei risultati economici rispetto al 2010 che, peraltro, dipenderà in larga misura dall’andamento delle principali società partecipate.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Enrico Vellano dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

(...)

 

torna ai comunicati Scarica documento