Comunicati stampa

Il CDA di EXOR approva i risultati del 1° semestre 201027 agosto 2010

(...)

Il Consiglio di Amministrazione di EXOR, riunitosi oggi a Torino sotto la Presidenza di John Elkann, ha esaminato i risultati consolidati del primo semestre 2010.

 Al 30 giugno 2010 il Net Asset Value (NAV) di EXOR è pari a € 5.520 milioni ed evidenzia un decremento di € 217 milioni rispetto al dato del 31 dicembre 2009 (pari a € 5.737 milioni) e un incremento di € 2.552 milioni rispetto al dato di € 2.968 milioni al 1° marzo 2009 (data di efficacia della fusione della controllata IFIL). Di seguito è evidenziata l’evoluzione del NAV rispetto all’indice MSCI World Index.

(...)

Il Gruppo EXOR ha chiuso il primo semestre 2010 con un utile consolidato di € 25,1 milioni; il  primo semestre 2009 si era chiuso con una perdita consolidata di € 261,9 milioni. La variazione positiva ammonta a € 287 milioni e deriva dal miglioramento dei risultati delle partecipate (+€ 239,4 milioni), dall’ incremento del risultato finanziario netto (+€ 43,7 milioni) e da altre variazioni nette (+€ 3,9 milioni).

Al 30 giugno 2010 il patrimonio netto consolidato attribuibile ai Soci della Controllante ammonta a € 5.830,6 milioni ed evidenzia un incremento netto di € 525,2 milioni rispetto al dato di fine 2009, pari a € 5.305,4 milioni.

Migliora la posizione finanziaria netta consolidata del Sistema Holdings: il saldo al 30 giugno 2010 è pari a € 186,3 milioni ed evidenzia una variazione positiva di € 134,7 milioni rispetto al saldo di fine 2009 (+€ 51,6 milioni).

 

Vendita di azioni Intesa Sanpaolo                   

Il 15 gennaio 2010 EXOR S.p.A. ha venduto in Borsa 30 milioni di azioni ordinarie Intesa Sanpaolo (0,25% del capitale ordinario) con un ricavo di € 90 milioni e una plusvalenza di € 0,6 milioni a livello consolidato.

Impegno di investimento in Almacantar

Il 16 aprile 2010 è stato raggiunto un accordo che impegna EXOR S.A. a investire       € 100 milioni in Almacantar, una nuova società attiva nel settore immobiliare.

In seguito agli accordi raggiunti con EXOR S.A. e con altri soci, Almacantar disporrà di € 150 milioni, che consentiranno alla società di dare inizio alla sua strategia di investimento. L’accordo prevede inoltre l’impegno di EXOR S.A. a versare ulteriori    € 50 milioni condizionato all’apporto di altro capitale da parte di nuovi soci.

Il 28 aprile EXOR S.A. ha sottoscritto 10 milioni di azioni privilegiate Almacantar di categoria A (63,75% del capitale e dei diritti di voto) del valore nominale complessivo di € 10 milioni, provvedendo a versarne inizialmente il 25%, minimo di legge, di € 2,5 milioni.

Il 9 agosto 2010, a seguito di un impegno d’investimento per € 25 milioni sottoscritto da un nuovo socio, che si è aggiunto alla compagine sociale di Almacantar, EXOR S.A. ha ridotto la propria partecipazione nel capitale e nei diritti di voto nella stessa società, dal 63,75% al 54,98%.

Acquisti di azioni proprie

A valere sui Programmi di acquisto di azioni proprie deliberati dal Consiglio di Amministrazione del 25 marzo 2009 (completato nel primo trimestre 2010) e dell’11 maggio 2010 (che prevede un esborso massimo di € 50 milioni), tra il 1° gennaio e il 19 agosto 2010 EXOR ha acquistato 969.500 azioni ordinarie (0,6% della categoria) al costo medio unitario di € 13,02 e totale di € 12,6 milioni, 2.638.484 azioni privilegiate (3,44% della categoria) al costo medio unitario di € 9,27 e totale di € 24,5 milioni, nonché 158.695 azioni di risparmio (1,73% della categoria) al costo medio unitario di  € 10,89 e totale di € 1,7 milioni. L'investimento complessivo ammonta a € 38,8 milioni. Attualmente EXOR detiene 3.519.500 azioni ordinarie (2,20% della categoria), 9.603.784 azioni privilegiate (12,51% della categoria), 367.095 azioni di risparmio (4,00 % della categoria).

Sottoscrizione aumento capitale Banijay Holding

Il 28 maggio 2010 EXOR S.A. ha sottoscritto, per un controvalore di € 1,7 milioni, 17.171 azioni di nuova emissione di Banijay Holding. A seguito di tale operazione EXOR S.A. detiene 351.590 azioni pari al 17,09% del capitale e al 17,17% dei diritti di voto. Tale investimento rientra nell’impegno complessivo di € 42,5 milioni (di cui       € 35,3 milioni già versati) sottoscritto nel maggio 2008.

Impegni di Investimento con il Gruppo Jardine Matheson e Rothschild

Il 9 giugno 2010 è stato siglato un accordo, che impegna EXOR S.A. per un ammontare massimo di $100 milioni, con l'obiettivo di realizzare investimenti di private equity in India e Cina insieme al Gruppo Jardine Matheson e a Rothschild; EXOR potrà cogliere opportunità di investimento in aree caratterizzate da interessanti prospettive di crescita nel medio-lungo termine in vari settori di attività. L'obiettivo è di effettuare investimenti insieme a imprenditori, società e operatori di private equity nel segmento delle aziende di medie dimensioni.

 

Tenuto conto che tutte le società partecipate quotate hanno già pubblicato i rispettivi dati contabili relativi al primo semestre 2010, si indica di seguito un commento sintetico sull’andamento dei principali investimenti non quotati di EXOR: C&W Group, Inc. e Alpitour. Nella relazione finanziaria relativa al primo semestre 2010 di EXOR, che sarà disponibile sul sito www.exor.com, sono peraltro evidenziati i commenti sull’andamento di tutte le società controllate e collegate rilevanti.

C&W Group, Inc.

Nel primo semestre del 2010 i ricavi lordi di C&W Group, comprendendo quindi i rimborsi di costi sostenuti per la gestione di immobili per conto terzi, sono ammontati a $ 749,7 milioni con un aumento di $ 95,8 milioni (+14,7%) rispetto ai $ 653,9 milioni del primo semestre del 2009, di cui $ 15,0 milioni (2,3 punti percentuali) dovuti all’effetto positivo delle differenze cambio da conversione. Nei primi sei mesi del 2010, i ricavi netti, cioè escludendo l’attività di gestione di immobili per conto terzi, sono ammontati a $ 578,0 milioni con un aumento pari a $ 86,7 milioni (+17,6%) rispetto ai $ 491,3 milioni del primo semestre del 2009, di cui $ 14,7 milioni (3 punti percentuali) dovuti all’effetto positivo delle differenze cambio da conversione.

Considerando la stagionalità del business di C&W Group che storicamente presenta bassi ricavi o perdite nel primo semestre rispetto al secondo, nel primo semestre 2010 C&W Group ha dimostrato un forte miglioramento dei ricavi. Il buon andamento dei ricavi del Gruppo e il costante controllo delle spese operative hanno generato significative riduzioni della perdita operativa del Gruppo e della perdita attribuibile ai Soci della Controllante. Nel primo semestre del 2010, la perdita operativa di C&W Group ammonta a -$ 25,1 milioni con un miglioramento pari a $ 69,0 milioni (73,3%). Nello stesso periodo del 2009 la perdita era stata pari a -$ 94,1 milioni. Al 30 giugno 2010, la perdita attribuibile ai Soci della Controllante ammonta a -$ 24,6 milioni          (-$ 83,8 milioni nello stesso periodo dell’anno precedente) con un miglioramento pari a $ 59,2 milioni (70,7%). Questi risultati portano ad un miglioramento della liquidità e ad una riduzione del debito, come si evidenzia dalla posizione finanziaria netta del Gruppo che, al 30 giugno 2010, ammonta a - $ 214,1 milioni (- $ 255,3 milioni al 30 giugno 2009) con un miglioramento pari a $ 41,2 milioni (+16,1%).

Nel secondo trimestre del 2010, i ricavi lordi ammontano a $ 414,5 milioni ($ 355,8 milioni nel secondo trimestre del 2009) con un miglioramento di $ 58,7 milioni (+16,5%). Nel secondo trimestre 2010 i ricavi netti ammontano a $ 324,4 milioni        ($ 273,7 milioni nel secondo trimestre del 2009) con un miglioramento pari a $ 50,7 milioni (+18,5%). Con questi risultati C&W Group continua la tendenza, iniziata nel quarto trimestre 2009, della crescita dei ricavi a doppia cifra, come dimostra l’evoluzione, anno su anno, dei ricavi dell’11,0%, 16,5% e 18,5% rispettivamente nel quarto trimestre 2009, primo trimestre 2010 e secondo trimestre 2010.

Coerentemente con gli indicatori di performance di periodo, la crescita costante dei ricavi nei singoli periodi e il continuo controllo dei costi operativi hanno portato, nel secondo trimestre 2010, ad un utile operativo di $ 5,6 milioni rispetto ad una perdita operativa di $ 23,5 milioni nel secondo trimestre 2009. L’andamento positivo del secondo trimestre 2010 ha portato ad una significativa riduzione della perdita attribuibile ai Soci della Controllante che, nel secondo trimestre 2010, si attesta a $ 2,4 milioni ($ 22,0 milioni nello stesso periodo dell’anno precedente), con una diminuzione di 19,6 milioni (-89,1%).

Gruppo Alpitour

Il settore del turismo, nel primo semestre dell’esercizio 2009/2010 ha ancora risentito della debolezza strutturale della domanda. Fatta eccezione per il Capodanno, i cui risultati sono da ritenersi positivi, il mercato continua ad evidenziare una ridotta capacità di spesa da parte del cliente e una forte propensione alle prenotazioni “sotto data”. Pur in presenza di una debolezza strutturale della domanda, il fatturato del Gruppo Alpitour ha evidenziato un miglioramento, rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente, influenzato peraltro dalla elevata stagionalità che ne caratterizza l’attività (i ricavi infatti sono principalmente concentrati nella stagione estiva, mentre i costi di struttura sono sostenuti in modo sostanzialmente lineare nel corso dell’esercizio).  Il primo semestre 2009/2010 infatti ha fatto registrare a livello consolidato un fatturato netto di € 369,8 milioni, in aumento del 7,5% rispetto al dato di € 344,0 milioni consuntivato nel medesimo periodo dell’esercizio precedente.

Al 30 aprile 2010 il risultato della gestione ordinaria evidenzia un saldo negativo di     € 26,6 milioni (perdita di € 40,4 milioni nel primo semestre dell’esercizio precedente). Il risultato netto del Gruppo evidenzia una perdita di € 25,7 milioni (perdita di € 34,0 milioni nel primo semestre dell’esercizio precedente).

 

 

Come previsto dalle norme in vigore, si segnala che nel giugno 2011 scadrà il prestito obbligazionario EXOR 2006-2011 del valore nominale di € 200 milioni.

 

EXOR S.p.A. prevede per l’esercizio 2010 un risultato positivo. A livello consolidato l’esercizio 2010 dovrebbe evidenziare un significativo miglioramento dei risultati economici che, peraltro, dipenderà in larga misura dall’andamento delle principali società partecipate.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Aldo Mazzia dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

(...)

 

torna ai comunicati Scarica documento